La Regione non ha preferenze sui tribunali

266

Romagnosi_giurista2 FEBBRAIO 2012 – Sarebbe stato superato l’ “increscioso equivoco generato dalla risoluzione approvata all’unanimità il 25 gennaio 2012”: la Regione Abruzzo starebbe per assumere iniziative per la tutela di tutti i tribunali non provinciali dell’Abruzzo e non solo per quello di Avezzano. (Nella foto il giurista Romagnosi tra le statue davanti alla Corte di Cassazione).

La definizione del deliberato consiliare di una settimana fa è del consiglio dell’Ordine degli avvocati di Sulmona, che ritiene di aver recuperato la situazione compromessa dalla opzione a sorpresa manifestata dall’assise regionale. Infatti il presidente del Consiglio regionale, Nazario Pagano, ha ricevuto una delegazione da Sulmona ed ora si attende che il suo impegno si traduca in un coordinamento di tutti i rappresentanti dei tribunali in pericolo, perchè, sostengono ancora i legali, “i gruppi consiliari hanno compreso che la soppressione incondizionata dei Tribunali sub-provinciali potrebbe minare l’integrità territoriale dell’Abruzzo”.