Categoria: Poesia

Medicamina faciei femineae

Giovani donne, a quali cure il volto affidare, apprendete di modo che protetta sia la vostra bellezza. Della coltivazione ripaga il dono la sterile terra dando grano;...

Heroides

Fu allora che ti vidi e conobbi chi eri. Allora la mia mente conobbe la rovina. Ti vidi, mi smarrii, arsi di ignoto fuoco  come torcia di pino arde davanti agli...

Fasti

Ultimo dopo Antènore Enea portò dalle fiamme di Troia i suoi Penati in questa regione. Solo dall’Ida frigio Sòlimo gli era compagno, da cui ebbero nome le mura di...

Ars amatoria

I pranzi con le mense già pronte favoriscono gli incontri: puoi cercarvi qualcosa che non sia solo il vino. Là accade che lo splendido Amore afferri e regga per le...

IBIS

E’ un Ovidio sconvolto dal rancore quello che prende lo stilo per aggredire un nemico del quale non vuole neppure fare il nome, limitandosi per ora a indicarlo con...

Remedia amoris

Amore, poi che lesse il titolo del mio piccolo libro: “Contro di me, lo vedo, – disse, – si fa la guerra”. Di misfatti, Cupido, non accusare il...

Metamorfosi

“A dire di forme alterate in forme di corpi mai visti mi sento sedotto; dei, ah, date respiro all’impresa avviata (avete alterato anche quella!) e...

EPISTULAE EX PONTO

LIBRO PRIMO I. Nasone, abitante non nuovo del suolo di Tomi, ti manda questo libro dal getico lido. Ospita, Bruto, se puoi, le poesie fuggitive e trova un luogo...

Tristia

Quando di quella notte sottentra in me tristissimo il ricordo, quella del mio trascorso ultimo tempo a Roma, quando penso alla notte in cui lasciai le tante cose amate,...

Amores

Noi che testè eravamo di Ovidio cinque libri siamo tre; questa forma, non l’altra, amò l’autore. Supponendo che leggerci non ti piaccia per nulla, aboliti...