MIGLIORINO (MINISTERO): TOTO NON PUO’ PROGETTARE NIENTE

446

PROCEDURA SENZA CAPO NE’ CODA PER LA DEVIAZIONE DELLA A25 DALLA VALLE PELIGNA

25 FEBBRAIO 2016 – Il dirigente nazionale dell’ANAS, ing. Placido Migliorino, puntualizza sui temi e sui modi per le progettazioni di varianti alla autostrada A25: esclude che le proposte di “Toto”, concessionario della “Strada dei Parchi”, possano essere esaminate, posto che non fanno parte dei patti contenuti nella concessione e che non fanno neanche parte della attività prevista per la tenuta del tronco autostradale. La precisazione è venuta da una “mail” che l’ing. Migliorino ha inviato in seguito alla prospettata “rettificazione” dell’autostrada da Bussi a Collarmele con l’esclusione di tutta la Valle Peligna. I risultati di questa prima fase di confronto sono del tutto negativi per la concessionaria, che può limitarsi a fornire idee, ma non può andare oltre: più o meno come ogni altra società di costruzioni può programmare un traforo da Bressanone a Innsbruck.

In termini di bilancio pubblico, la rettificazione si risolverebbe in una autentica Caporetto, viste le conseguenze che porterebbe sullo sviluppo e sulle risorse delle aree escluse dalla autostrada.