Festival di Scanno dedicato alle divinità della montagna

316

18 SETTEMBRE 2012 – “Le divinità della montagna” di Paolo Volponi è il documentario vincitore dell’edizione 2012 di Scanno Natura Doc/Effetto uomo, il Festival del Documentario Naturalistico Italiano che si è svolto dal venerdì a domenica scorsa a Scanno:

una storia di uomini e stambecchi nel cuore del Parco Nazionale del Gran Paradiso che ha toccato i temi del bracconaggio, dell’espansione edilizia, dell’invadenza dell’uomo. E’ stato questo il verdetto delle 15 giurie di spettatori operanti in varie città italiane, e coordinate da Giorgio De Vincenti, Direttore del Dipartimento Comunicazione e Spettacolo dell’Università Roma Tre, che ha indicato al secondo posto “Parlare con le orecchie” di Alberto Sciamplicotti.

 Il Premio Speciale Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, assegnato dall’ Ente patrocinatore del Festival, è andato invece a “Idroeden” di Daniele Cini, quale opera in concorso che ha saputo meglio rappresentare  la capacità del documentario naturalistico di essere veicolo di promozione della sensibilità verso la natura e verso l’ambiente, idea portante del progetto di Scanno Natura Doc.

Riconoscimenti anche per la sezione delle opere amatoriali. Il Premio Scanno Natura Doc/Effetto uomo/Doc amatoriali è stato vinto ex-aequo da due documentari: Il deserto verde. La foresta che non vive di Paolo Giardelli e Daniela Bruzzo, intenso e coraggioso lavoro sul devastante intervento delle multinazionali della cellulosa nel Pampa, uno dei maggiori biomi del Brasile, e L’Orso e le genti di Claudio Potestio, omaggio alle genti d’Abruzzo attraverso i riferimenti alle tradizioni e ad uno dei suoi animali più simbolici.

Menzioni speciali sono state attribuite a due originali lavori: “Il safari dietro casa” di Giovanni Fiorani e Marco Sonnati, un viaggio alla scoperta delle specie animali che hanno imparato a convivere con l’uomo; “Anime Verdi”, dialogo tra un’imponente e saggia quercia ed una donna cresciuta al suo fianco, realizzato da un gruppo di giovani studenti del Liceo Statale “Don Quirico Punzi” di Cisternino, in provincia di Brindisi.

Please follow and like us: