Gli auguri dei “runners Sulmona”

252

AUGURI DI BUON ANNO ALL’ INSEGNA DI PROSPERITA’ E SUCCESSO E TANTA , TANTAFELICITA’……. “RUNNERS SULMONA”

 

31 DICEMBRE 2011 – Non si può non ringraziare pubblicamente per questi auguri che vengono al ritmo di chi li porta, cioè di corsa. Sono auguri fatti in velocità, con la freschezza di tutto quello che viene pensato e recapitato d’urgenza, più di un espresso.

Sono auguri del nuovo Futurismo, di quello che ha appena compiuto un secolo e si appresta a lanciare il messaggio del nuovo millennio: fare tutto subito e bene. Si può fare una passeggiata alla Villa? Loro corrono e arrivano alle Marane, emuli di Mercurio.

“La lentezza” di Kundera non sarà il loro testo: leggeranno solo le prime due pagine e non già perchè non sono in grado di percepirle tutte, ma perchè li affascinerebbe solo la descrizione del motociclista che si immedesima nella motocicletta e durante la sua corsa è l’entità che corre.

Avete mai pensato a come sarebbe il mondo se tutti corressero? Vivremmo tre vite nei settantacinque anni di media che ci assegna il destino: quindi avremmo 225 anni davanti per le cose che ci aspettano dalla nascita. Chi corre non fa le file in banca, o al mercato, o in tribunale. Del resto, il Maratoneta Dustin Hoffman sarebbe rimasto impermeabile ai richiami dei diamanti del lurido speculatore dei campi di sterminio se non avesse potuto liberarsi con una corsa?

Poi non è a dire che pensano solo a correre: si sono fermati anche per soccorrere una persona che nessuno avrebbe notato dalle autovetture che sfrecciavano lungo la variante vicino alle Marane. Insomma: correre cum mica salis.

Grazie per gli auguri.