Il Comune cerca casa

285

Paga fino a 800 euro al mese per cinque posti letto il Comune, alla ricerca di alloggi, comunque forniti di riscaldamento, da destinare alla sistemazione temporanea di nuclei familiari colpite dalla inagibilità delle proprie case. Si va da un monolocale di circa 30 mq, per il quale il Comune è disposto a pagare 400 euro, passando per un bilocale di circa 50 mq (500 euro al massimo) e per un trilocale di circa 60 mq. (al massimo 600 euro).

Per il caso di alloggi non arredati i canoni saranno ridotti del 10%. Le abitazioni debbono essere usufruibili subito e i contratti non supereranno i 18 mesi; i proprietari, nel proporre le loro disponibilità, dovranno allegare fotografie e planimetria dell’appartamento. Pur restando valida la procedura che prevede la formazione di una graduatoria pubblica per l’assegnazione di alloggi, è consentito l’accordo diretto tra le parti, cioè tra i proprietari ed i nuclei familiari che abbiano i requisiti: tra gli altri, quello di non disporre di “altra soluzione alternativa nel territorio abruzzese a titolo di proprietà o di usufrutto, anche se intestato ad un componente del nucleo familiare”, abbiano residenza a Sulmona alla data del 6 aprile 2009 e non fruiscano del contributo economico per la autonoma sistemazione.  La destinazione catastale degli appartamenti offerti in locazione dovrà essere : A/2, A/3, A/4.