“La minoranza fa opposizione alla città e alle sue necessità”

289

DURA POLEMICA PER IL CONSIGLIO COMUNALE TRONCATO

21 FEBBRAIO 2013 – E’ una opposizione alla città e non al sindaco oppure alla maggioranza: così la definisce lo stesso Fabio Federico alla luce del consiglio comunale di oggi:

“Si è consumata afferma il Pdl in un comunicato – la peggior pagina dei cinque anni della legislatura cittadina.

I cittadini e le forze economiche ed imprenditoriali attendevano le adozioni di importanti provvedimenti, primo fra tutti il Piano Casa, il Documento preliminare di pianificazione (per il quale i tecnici che da anni ci lavorano avevano percorso centinaia di chilometri per venirli a illustrare), interventi di sicurezza stradale, lavori per il Liceo Classico, la legge sulle attività produttive, ma tutto ciò non si è potuto fare per l’assenza dei consiglieri di minoranza, che hanno approfittato della forzata manca presenza di un consigliere di maggioranza.

Obnubilati dalle loro ambizioni personali, gli aspiranti candidati sindaci Luciano Marinucci, Silverio Gatta, Antonio Iannamorelli, Mimmo Di Benedetto e Giuseppe Ranalli, l’aspirante senatore La Civita, hanno anteposto interessi puramente elettorali a quelli della città.

Appare preoccupante che costoro semplicemente aspirino ad essere i futuri amministratori di Sulmona e siamo certi che i cittadini sapranno punirli allorquando saranno chiamati a dare il loro consenso.

Sarà il momento di scegliere fra chi si impegna quotidianamente a curare gli interessi della comunità, sempre con lo stesso spirito di amore per Sulmona, e chi li mette da parte per modesti interessi di bottega ed elettorali che fanno male a tutti” concludono dal Pdl.

Please follow and like us: