Preturo vola e Pescara no

274

ASSURDITA’ NEL TRAFFICO AEREO DELL’ABRUZZO

4 NOVEMBRE 2013 – Il segretario del Pd pescarese, Stefano Casciano,

assume una dura posizione per denunciare come l’aeroporto “Liberi” venga progressivamente impoverito di collegamenti, anche importanti: per esempio quello con Oslo: “Dopo la soppressione dei voli cargo delle poste e la mancata conferma di voli di importanza strategica per il turismo come Sharm el Sheik, ora è arrivata l’ufficializzazione: l’aeroporto d’Abruzzo sta sempre più incamminandosi verso il baratro. Come se non bastassero i collegamenti persi, sempre più quotidianamente si registrano lamentele e disservizi ai danni dei passeggeri che usufruiscono del terminal. Tutto ciò, e non solo la crisi economica, come qualcuno vorrebbe farci credere, ha pesanti ripercussioni sullo scalo. Dove sono finite tutte le promesse della Regione per il rilancio dell’aeroporto?” conclude Casciano.

In tale situazione suona addirittura beffarda la pretesa dell’Aquila di istituire voli dall’”aeroporto internazionale” di Preturo, che non esisteva prima del terremoto, che non è segnato neanche nelle rotte nazionali e che non sappiamo quanto ci costa.