CasaPound contro la chiusura del punto nascite dell’ospedale

295

“La chiusura totale del punto nascita dell’ospedale di sulmona arrecherebbe gravi ed ingiusti disservizi sanitari, non solo per il diritto alla salute riconosciuto e salvaguardato dalla nostra costituzione, ma soprattutto per tutte quelle famiglie che vivono e lavorano nel nostro territorio, dato che l’ospedale di sulmona rappresenta l’unico punto di riferimento per la Valle Peligna, Alto Sangro e bacino di Scanno”. Lo afferma Alberto Di Giandomenico, responsabile di CasaPound a Sulmona. “Per questo – prosegue Di Giandomenico – chiediamo alla regione che la politica adottata per il nostro ospedale, non sia fatta solo di misure drastiche e tagli ingiustificati ma che sia ispirata dal rispetto delle esigenze minime ed essenziali del territorio e della popolazione. CasaPound Italia –  conclude – aderisce all’appello lanciato dal comitato punto nascita e ne sosterrà ogni sua iniziativa”.