DisCanto: suonano abruzzese, ma si sentono fino in America

434

18 LUGLIO 2010 – Ascoltando il pianto disperato di un giovanissimo spettatore, quasi un neonato, Michele Avolio ha fatto del suo meglio, con tutto il gruppo dei “Discanto”, ed ha intonato una ninna-nanna tra le più soporifere che l’Abruzzo ricordi. Si tratta di

 un reperto della tradizione di Santo Stefano di Sessanio, che negli Anni Cinquanta colpì molto uno studioso di musica e poesia popolare: molte premure per il futuro del piccolo, qualche tristezza, ma anche una buona dose di speranza. La ninna-nanna faceva parte del Concerto che i Discanto hanno eseguito in questa piccola estate di musica nei Parchi, quindi nell’Abbazia celestiniana di Sulmona il 27 giugno, a Santo Stefano di Sessanio il 4 luglio e, ultimo appuntamento, il 18 luglio nel chiostro del Convento di Castelvecchio Subequo, dedicato a San Francesco e nel quale sono in effetti documentati dei passaggi del frate di Assisi. La musica non può fare miracoli e gli strilli del piccolo echeggiavano ancora, quando i Discanto hanno finito la ninna-nanna: ma si sa che le ultime generazioni non si fanno incantare dalle frasi gentili e tanto meno dalle promesse di un regalo. E’ andata meglio con lo sconvolgente lamento di una vedova (“mar’ ammaje”), nella interpretazione della ultima scoperta del maestro, Rosanna Di Lisio: alla fine non volava una mosca. Potenza del realismo.

 A proposito dell’approvazione della Regione Abruzzo al programma proposto per questo inizio d’estate, Avolio alla fine del concerto ha detto : “Non abbiamo “santi in paradiso” e non abbiamo chiesto l’intervento di nessuno. Che il progetto sia stato ben considerato è la cosa che ci fa più felici”.

I Discanto partiranno in autunno per un altro tour negli Stati Uniti. Intanto venerdì 23 luglio alle ore 21,30  hanno eseguito il loro repertorio nel castello di Pacentro e martedì 3 agosto alle ore 18  a Rocca di Mezzo, nell’ambito del Festival officina musicale dell’Altopiano delle Rocche, nella palestra polivalente.

Questo il programma del concerto che è stato eseguito a Pacentro:

– Allegra, allegra

– La luna si fermò

– La rosa a lu ciardine

– Signore se vu mete

– Santa Lucia

– ‘Ndunielle

– ‘ncanata

– Monti d’ore

– Lamenti

– Serenata

– Mare maje

– Tomm i ttomm

– Tupp i ttupp  a jù murtal’

– Pecurare magna recotta

– Erba odorosa

– Maluocchie e malucchiare

– Retirate brigante

– Stornelli alla zampogna

Giovedì 12 agosto i Discanto sono andati “a casa” del prof. Vittorio Monaco, in quella Pettorano sul Gizio che tante poesie ha ispirato al docente da poco scomparso. Gli hanno dedicato il concerto in Piazza Umberto I. Vari sono i “pezzi” che Avolio ha musicato da poesie di Monaco nell’ultimo CD “Serenata fuori stagione”.

E’ sempre ricorrente nella tematica di Monaco il legame con la propria terra: “Raro un sentiero si apre / nel cuore verde cupo / di pascoli per capre, / tra una macchia e un dirupo. / Il quieto verdicare / dei bossi spende il tempo / su massi di calcare / enormi nel silenzio. / La pace vi ha il sussurro / dell’erba che fa il nido / tra la pietra e l’azzurro, / dove non giunge grido: / fili esili d’erba / spuntati dalla roccia, / mite grazia superba / che mano non approccia / e si esilia lontano – / come i giri del falco / nel cielo azzurro e vano, / inghiottiti dall’alto” (Valle di Frevana, RITORNI, Edizioni Pangea, 2003, pag. 33). E addirittura la sua terra la immagina nel “Dopo”: “Rinascerò senza cuore / nel prossimo universo; / ma privo di stupore, / tutto sarà diverso./ Il mio paese di ora / sarà andato disperso / e io sarò più solo. / Non avrò più ricordi, / non avrò più parole, / non parlerò a nessuno / e non farò promesse./ Passeranno anche allora / i giorni a uno a uno, / senza lasciare traccia. / Avrò la stessa faccia, / ma non sarò lo stesso. / Non ci sarà più gente / da amare o che io ami. / Non avrò più pensieri, / non avrò più legami: / traverserò leggero / il tempo indifferente. / Forse da qualche parte / resisterà un rimpianto / o brucerà un richiamo – / anche un’eco soltanto, / lo scricchiolio di un tarlo… / Ma avrò scordato l’arte / di evocarlo” (nella stessa raccolta, pag. 79)

Questa la composizione del gruppo musicale nella serata pettoranese:

MICHELE AVOLIO: voce, chitarra, bouzouki e mandoloncello SARA CIANCONE: violoncello, percussioni e coriANTONELLO DI MATTEO: zampogna e clarinetto GERMANA ROSSI: voce, violino, fisarmonica e percussioniROSANNA DI LISIO: coriDANILO AVOLIO: basso el. e contrabbassoANTONIO FRANCIOSA: percussioni MASSIMO PACELLA: violino MASSIMO DOMENICANO: fisarmonica

In America hanno suonato a ottobre:

7 – New York  LaGuardia Performing Arts Center. The Little Theater. 19,00

8 – New York College of Staten Island. Williamson Theater. 19,00

9 – Princeton (New Jersey) Italian-American Sportsmens’ Club. 18,00

10 – Ridgefield (Connecticut) Private concert. 15,30

11 – Philadelphia (PA) Mermaid Inn. 21,30

13 – Vineland (New Jersey) The Little Theater

14 – Philadelphia (PA) Le Virtu – Mural Art Program, City of Philadelphia. 18,00

16 – Philadelphia (PA) Extreme Folk Scene. 21,30

Molti gli appuntamenti importanti come quelli in due College a New York,

all’ Extreme Folk Scene e Mermaid Inn (organizzazioni in ambiente Philadelphia

Folk Festival) e presso il Ristorante Le Virtù di Philadelphia dove sarà

inaugurato un “murales” dedicato interamente all’Abruzzo.

Grande il risalto che la stampa del nord-est degli USA sta dedicando

ai vari eventi in programma dimostrando i buoni risultati ottenuti

nelle precedenti tournèe che i DisCanto hanno tenuto nel 2006, 2007 e 2008, sia tra le comunictà italo-americane, sia nell’area della Folk Music americana.

Di tutte le “puntate” dei Discanto negli USA, due concerti sono stati finanziati dalla Regione Abruzzo (Detroit e Pittsburgh nel 2008), mentre  il resto, più di 30, è stato (ed è) organizzato da associazioni americane o italo-americane.

La formazione dei DisCanto in “USA tour 2010” è la seguente:

MICHELE AVOLIO: voce, chitarra, bouzouki, mandoloncello e percussioni

SARA CIANCONE: violoncello, percussioni e cori

ANTONELLO DI MATTEO: zampogna, fisarmonica, clarinetto e organetto

GERMANA ROSSI: voce, violino, fisarmonica e percussioni

Accompagnano il gruppo sulmonese i seguenti siti:

http://www.discanto.net/

http://www.myspace.com/discantoabruzzo

http://www.youtube.com/user/abruzzosongs