Pagone stappa il vaso di Pandora

262

INDIGNATA REAZIONE DI FEDERICO AL TENTATIVO DI ESCLUDERE “ALLEANZA PER SULMONA”

27 APRILE 2013 – “E’ segno di grande paura”. Così il sindaco uscente Fabio Fedrico commenta l’incredibile iniziativa del Pdl di sguinzagliare presentatori e senatrice per impedire la presentazione di “Alleanza per Sulmona”.

“Ora molte cose andranno chiarite in campagna elettorale”, aggiunge amareggiato per lo sbarramento di stamane in Via Mazara. Ha aperto il vaso di Pandora, scatenando bufere catastrofiche, l’idea dell’arch. Pagone, consigliere del Pdl uscente, di riprendere e filmare le fasi del portone chiuso, dei giornalisti e presentatori praticamente asserragliati a Palazzo San Francesco e dei vigili urbani che chiedevano pure a incolpevoli sposi promettentisi amore eterno dove volessero arrivare attraverso quel portone. “Dovremmo fare le prime promesse” hanno detto timidamente, mentre occhi vigili guardavano se portassero documenti e simboli di partito.

Al centro oggi si è sfiorato il ridicolo: una serafica Paola Del Basso Orsini, impegnata alla Rotonda di San Francesco a illustrare merletti, tomboli, profumi (si veda “Lana di alpaca e profumo di confetto alla Rotonda” nella sezione ARTE di questo sito), ha visto arrivare la polizia municipale che ha impedito il flusso di turisti e curiosi sulmonesi verso il cortile di Palazzo San Francesco che non poteva essere raggiunto. Con la smania delle rievocazioni storiche dopo la Giostra e visto il lungo ponte, qualcuno ha pensato che si stesse allestendo un altro “Jamm’ mo” ad uso dei turisti.

Tutto questo perchè una fallimentare politica di spaccatura nella coalizione uscente ha portato in pratica il Pdl a due sole liste con il divieto assoluto di riconoscere sotto il simbolo la maggior parte degli elettori e sicuramente la parte elettoralmente più attiva della passata coalizione. I candidati che appoggiano Luigi La Civita non hanno presentato un programma, non hanno detto con chi vogliono governare, non hanno fatto una conferenza stampa: anzi, se fosse stato per loro, il Palazzo San Francesco andava chiuso e sprangato subito; come il tribunale che hanno soppresso.