QUELLA CALAMITA CHIAMATA BASKET

221

APPELLO DI RAGAZZI PER NUOVE STRUTTURE CHE DIANO SPAZIO AD UNA PASSIONE ANTICA

7 LUGLIO 2024 – Non manca lo spirito d’iniziativa per ragazzi appassionati di pallacanestro, che non vogliono rinunciare alla passione dello sport pur se mancano gli spazi adatti (o dal Comune adattati). Divulgano così il loro manifesto: “Siamo il collettivo Sulmona Dunk, un gruppo di ragazzi e ragazze che vivono e respirano basket. La nostra passione per il basket è sempre al massimo, ma non abbiamo spazi decenti dove giocare. Ogni volta che cerchiamo un posto, abbiamo solo un campo: d’estate il serpentone e d’inverno… NIENTE! Abbiamo deciso di esprimerci con i nostri mezzi, inclusa la trap, per mostrare tutto il nostro disagio.Vogliamo far sapere a tutti che anche il basket merita il suo spazio“.

Forse apprezzeranno questa piccola evocazione del basket che… fu. Erano i tempi di “sor Ignazio”. La palestra era l’ex cinema di Don Orione. Le ragazze della foto del titolo avevano quindici anni o qualcuno in più e affrontavano ufficiali campionati regionali. Piccola osservazione che si affaccia alla attualità: è proprio Gianni De Angelis il tipo che si delinea a destra del gruppo e che sta a guardare altro. E per lui formuliamo un altro augurio di ristabilimento e completa guarigione in queste ore difficili.

E’, invece, di Maria Assunta Ramunno questa elevazione all’ombra del campanile di Santa Chiara, un campo ricavato da una gettata di cemento, sulla quale era duro cadere, ma che dava tanta felicità se le avversarie erano leali.

Mentre è la storia di un ragazzo con la passione del basket quella che riprendiamo per sottoscrivere l’ansia di dare il meglio che anima i cestisti di oggi.

Please follow and like us: