BRUCIA IL COGESA

110

ENNESIMO INCENDIO IN NOTTATA – E L’AUTOCOMBUSTIONE NON SI DETERMINA A 28 GRADI – MA IL SINDACO QUALCHE GIORNO FA HA DETTO CHE LA DISCARICA NON SI CHIUDERA’ MAI

18 GIUGNO 2024 – Un incendio è divampato poco dopo le ore 20 nell’impianto del Cogesa a Noce Mattei. Ha riguardato il settore che comprende il Trattamento Meccanico Biologico. Ha richiesto l’intervento dei Vigili del Fuoco ed ha prodotto la diffusione di una fitta coltre di fumo, che ha raggiunto la frazione delle “Marane”.

E’ stata sostenuta, in queste ore, l’ipotesi dell’autocombustione, derivante dall’innalzamento delle temperature. Sulle prime appare una panzana, visto che le temperature dei giorni scorsi sono state anche al di sotto della media stagionale e solo domani si prevede un picco da stagione estiva; si tratterebbe, quindi, di un incendio da autocombustione… preventiva.

Ma se tale ipotesi si rivelasse attendibile, apparirebbe nelle sue reali, gravi proporzioni il rischio al quale l’impianto del Cogesa espone tutta la Valle Peligna: che, cioè, per un paio di giorni di caldo si creerebbero già le condizioni per un incendio e per il conseguente inquinamento da diossina o da altre componenti comunque tossiche. Chi cerca di minimizzare in questo modo non fa altro che avvalorare la necessità che l’impianto venga chiuso immediatamente, proprio il contrario di quanto ha detto qualche giorno fa il sindaco di Sulmona Gianfranco Di Piero (“La discarica non sarà mai chiusa”) e in presenza delle preoccupazioni avanzate da Comitati per l’Ambiente e consiglieri comunali. Tenersi una discarica che a 28 gradi va in autocombustione è l’ultima cosa che i Sulmonesi si possono aspettare. Ed è quello che Di Piero pensa di rifilare loro.

Please follow and like us: