Di Mascio parte avvantaggiato: basta che fa meglio di Cirillo

280

NUOVO ASSESSORE DA LUNEDI’, HA OBIETTIVI NELL’URBANISTICA

2 NOVEMBRE 2012 – Paolo Di Mascio, 38 anni, è il nuovo assessore all’Urbanistica e da lunedì parteciperà alle riunioni di giunta con l’obiettivo di far approvare le norme di attuazione e rilanciare l’attività edilizia.

“L’ho scelto tra i giovani – ha detto il sindaco Fabio Federico – per dimostrare con i fatti che vogliamo una giunta dinamica e vogliamo, al tempo stesso, dare fiducia ai giovani, al di là e al di sopra di ogni proclama di rottamazione. Di Mascio avrà poco tempo per raggiungere i suoi obiettivi; ma per questo si deve impegnare di più. Ne ha le capacità e sono sicuro che il suo bilancio a primavera sarà positivo, perchè questa città dà segni di voler risalire la china e di poter puntare su volti nuovi”.

Di Mascio parte avvantaggiato, perchè certamente saprà fare meglio del suo predecessore, Gianni Cirillo, che andava in senso opposto alla giunta e non aveva neanche la coerenza di dimettersi su questioni importanti come il metanodotto e il traffico al centro storico. Ha sguazzato bene perchè il sindaco incredibilmente glielo ha consentito e ha fatto perdere tempo alla città con assurdi ultimatum agli altri assessori. In più adesso pare il paladino di quelli che hanno remato contro e lo osannano anche da organi di stampa contrari al metanodotto, che hanno accusato il sindaco di essere accondiscendente con la Snam. Come dire: pur di bersagliare Federico, si può anche sostenere che Cirillo è il migliore, e non fa niente se voleva il metadonotto; che vuoi che sia un metanodotto in più o in meno, si sta più caldi con più gas. 

Ora Di  Mascio dovrà rimediare in pochi mesi; buon motivo per fare appello a ogni riserva di adrenalina, il che non guasta.