E i tribunali abruzzesi sono solo sospesi

235

LE DECISIONI DEL GOVERNO E LE REAZIONI DEL PSI

10 AGOSTO 2012 – I socialisti abruzzesi, tramite il loro segretario avv. Massimo Carugno, esprimono preoccupazione per quello che il Governo va facendo con la soppressione dei tribunali “minori” e per quanto, più in particolare,

il Consiglio dei Ministri ha deciso oggi, con l’articolazione di ben 31 tribunali sui 37 inizialmente destinati alla soppressione.

“Nell’elenco, allegato al comunicato – fa notare il segretario regionale Carugno –  figurano i 4 Tribunali Abruzzesi a dispetto dei trionfalistici proclami di politici locali di qualche giorno fa. Il parere della Commissioe parlamentare di rinviare ogni valutazione a 36 mesi non e’ stato evidentemente recepito restando quanto deciso nel testo originario che prevedeva solo la sospensione di tre anni della soppressione attualmente decisa. Quella del Governo e’ complessivamente una decisione senza senso e razionalita’ per i motivi piu’ volte detti. Il P.S.I ne fara’ una battaglia di principio, per riaffermare il significato del decentramento amministrativo, che condurra’ nel nuovo parlamento”.