Fuori anche dal cratere della sulmonellosi

246

AQUILANI IN CERCA DI NUOVI INDENNIZZI

5 LUGLIO 2014 – Il sindaco dell’Aquila ha emesso un’ordinanza per il divieto di irrigazione di campi e orti con l’ acqua di alcuni canali e piccoli fiumi ove sono stati rinvenuti batteri della pericolosa sulmonella,

che nel capoluogo aquilano desta più allarme che altrove. Si teme che la situazione possa uscire dal controllo, ma al riguardo le autorità sanitarie hanno fornito più di una rassicurazione.

E’ stata disegnata una mappa dei luoghi per i quali, in seguito agli ingenti danni prodotti ai raccolti di ortaggi, sarà possibile chiedere robusti contributi allo Stato: sarà, quindi, tracciato un nuovo cratere, come quello per il terremoto. Desta solo qualche imbarazzo che dal cratere per la sulmonellosi resti esclusa Sulmona.