Giudici dell’Anm sgomenti? Noi siamo… Agghiacciati

311

Decreto istitutivo del tribunaleCONFERENZA ALL’ACCADEMIA SETTECENTESCA SUI TRIBUNALI MINORI

2 FEBBRAIO 2014 – Anche il Comitato per la difesa del Tribunale di Lanciano e dei Tribunali minori d’Abruzzo ha assunto una ferma presa di posizione contro il comunicato stampa emesso dalla sezione regionale dell’Associazione magistrati sulla proroga alla soppressione: “Si confida che il comunicato sia frutto dell’avventata, isolata e non autorizzata iniziativa del suo estensore, sperando che il pensiero sulla soppressione dei Tribunali Minori da parte dei magistrati abruzzesi aderenti all’Anm sia ben diverso e più consapevole”.

 

In realtà, non è solo una speranza, perchè il presidente del Tribunale di Sulmona, dott. Giorgio Di Benedetto, proprio ieri ha detto che tale posizione dell’Anm non rappresenta la totalità dei magistrati abruzzesi e lo ha ribadito in serata in una conferenza tenuta all’Accademia degli Agghiacciati (associazione sulmonese che risale al Settecento) e organizzata ben prima che l’Anm emettesse il suo comunicato. Di Benedetto è intervenuto per illustrare tutto lo studio elaborato per confrontare le utilità ed i costi delle soppressioni, ma anche le paradossali conseguenze derivanti dal metodo di considerare l’accorpamento dei tribunali come espressione delle città nelle quali hanno sede e non del territorio: in effetti, per lo più la soppressione dei tribunali non provinciali in Italia riguarda città che distano dalla sede accorpante addirittura meno di venti minuti di auto, mentre per il caso di Sulmona occorre aver riguardo, oltre alla marcata distanza (un’ora di percorrenza), al territorio, esteso e orograficamente composito, del quale il capoluogo peligno è centro di relazione.

Nell’immagine sotto il titolo: il decreto istitutivo del Tribunale di Sulmona