IL FRANCOBALDO NAZIONALE RISPONDE A DI BACCO

230

L’ INVIATO DEL TEMPO PRESENTA IL SUO ULTIMO LIBRO

2 DICEMBRE 2014 – Antonio Di Bacco, vice presidente dell’Ordine dei giornalisti d’Abruzzo, ha intervistato a Sulmona Francobaldo Chiocci, che presenta il suo libro “C’era una volta l’inviato speciale”, edito da “Il Cerchio”.

Chiocci si è trovato a Sulmona per non perdere le fasi finali della spedizione in tipografia del prossimo numero de “Il Vaschione”, per il quale non è mancato a una stampa. Ed ha insistito perchè i contenuti del sito web venissero almeno in parte riprodotti nelle pagine di carta.

Nella intervista parla del vecchio e del nuovo giornalismo, della sua nostalgia per i viaggi degli inviati speciali e del dolore nel vedere come tutto ormai sia dettato dai tempi e dalla superficialità di internet.  Ci siamo occupati della presentazione del libro di Chiocci da parte di Pietrangelo Buttafuoco nel giugno scorso a Roma nell’articolo “I grandi del giornalismo per il libro di Chiocci“, nella sezione SOCIETA’ di questo sito.

Chiocci, che ieri è stato rieletto tra i delegati del prossimo congresso nazionale della Stampa di Chianciano, individua nella stampa locale l’ancora di salvezza per il giornalismo: “E’ quella parte di informazione che desta il maggiore interesse oggi tra i lettori. E’ quella componente di giornalismo che si può fare direttamente, raccontando come testimoni i fatti ai quali si può assistere senza intermediazioni“. Il Francobaldo “nazionale”, autore di reportage su tutti i fatti più importanti del secondo Novecento nel mondo, non crede nel giornalismo specializzato “perchè racconta meglio sui giornali solo chi ha la umiltà di non dare lezioni” e ricorda quello che gli disse il “mitico direttore del Tempo, Renato Angiolillo, spedendomi in India dove non sapevo neppure a chi rivolgermi e a chi chiedere le notizie sulla carestia: “Giovanotto, a ciascuno la propria specifica incompetenza”. Del resto il vostro conterraneo Ennio Flaiano osservava come al giorno d’oggi anche il cretino è specializzato“.

Per ascoltare l’intero contenuto dell’intervista ci si può collegare con : https://www.youtube.com/watch?v=KAPMhL5AdpI