Il Prefetto esclude dagli appalti più di cento ditte sospettate di mafia

288

IURATO: “MOLTO ADESSO SPETTA AI PRIVATI”

17 MARZO 2012 – Il Prefetto dell’Aquila, Maria Giovanna Iurato, ha deciso di interdire dalla partecipazione alle opere pubbliche per la ricostruzione venti ditte collegate con le mafie. Su ben ottanta altre ditte non

sussistono altrettanti indizi di collegamenti, ma sono stati adottati altrettanti provvedimenti “atipici” per escluderle dagli appalti. Quello di procedere alla interdizione, ha detto la dott.ssa Iurato durante l’incontro con il ministro Barca “è un potere discrezionale della Prefettura laddove si identifichi un fumus. Molto adesso spetta ai privati”.

Oggi sarà a L’Aquila il presidente del Consiglio Mario Monti.