La maggioranza pungola il sindaco sul metanodotto

245

9 OTTOBRE 2014 – “Nessuna trattativa a discapito dei nostri concittadini” questo è l’invito che, in qualità dei consiglieri di maggioranza del Comune di Sulmona, rivolgiamo al Sindaco Giuseppe Ranalli e al Presidente della Regione Luciano D’Alfonso” scrivono nelle ore durante le quali infuria di più la polemica sulla riunione a Roma.

“L’Abruzzo -continuano – è da sempre la regione dei Parchi d’Italia la cui vocazione deve essere turistica anche sotto il punto di vista delle bellezze naturali oltre che architettoniche. Un turismo che deve puntare al rispetto di ciò che ci circonda e non al suo depauperamento. “Strizzare l’occhio” ad un progetto, quale quello del metanodotto SNAM, significa solo dimenticare le bellezze che ci circondano e mettere a repentaglio i nostri concittadini dato che il livello di sismicità del territorio è tra i più elevati d’Italia.

La politica di investimento spregiudicato degli anni passati, l’indifferenza per quelli che avrebbero potuto essere gli effetti di decisioni politiche prive di qualsivoglia fondamento logico o di rispetto, rischiano di impoverire la nostra zona sfruttandola dal punto di vista sia territoriale che economico. Chiediamo al Sindaco di non cedere”