Le curiosità del TG3

279

Neve_incombe_dal_tetto_del_Comune9 FEBBRAIO 2012 – Riferendo di un provvedimento del sindaco di Sulmona (che riportiamo nella notizia “Ora un pericolo viene dalla neve sui cornicioni”), il TG3 delle ore 14 definisce “curiosa” l’ordinanza. (Nella foto il blocco di neve sul tetto del Comune come si presentava stamane alle ore 8 prima di essere rimosso). Si tratta della disposizione che impone “a tutti i cittadini di prestare particolare cautela e di non transitare nelle immediate vicinanze dei cornicioni sui quali sono presenti cumuli di neve”.

 

Curiosa avrebbe dovuto essere la cronista che, attingendo a questa fondamentale molla del giornalismo, si sarebbe potuta rendere conto della situazione di molti tetti, soprattutto nel centro-storico. Se fosse stata spinta da fervore di inchiesta, la cronista, poi, avrebbe potuto riscontrare che poco prima che il servizio andasse in onda, dal tetto del Comune si è staccato un blocco di neve che ha ostruito Via Mazara, appena ieri ripulita dalla neve. C’è voluto un “bob-cat” per un quarto d’ora a togliere tutta la neve e i ghiaccioli. Neve_caduta_dal_tetto_del_ComuneSe poi la curiosità fosse stata incontenibile, si sarebbe potuto verificare che il Comune di Sulmona è subissato di richieste di risarcimento per banalissime cadute sul porfido sconnesso; figuriamoci cosa accadrebbe se neanche con un’ordinanza si dissuadessero i meno avveduti dal collocarsi come bersagli sotto ai cornicioni per farsi perforare la testa dal ghiaccio. Ne verrebbero fuori class actions da far arricchire intere generazioni di avvocati. (Nella foto in basso il blocco di neve sotto una finestra del municipio, dopo la caduta dal tetto stamane).

Forse l’amenità dell’ordinanza era intravvista dalla conseguente necessità di passare in mezzo alla strada, visto che in genere i cornicioni stanno su entrambi i lati. E allora? Dopo che è venuto giù quasi un metro di neve, e quando se ne prevede un altro mezzo metro, è proprio curioso camminare al centro delle strade?