LUPI E AGNELLI NELLA SOCIETA’ DI FINE MILLENNIO: 25 ANNI DI DELITTI NEL CENTRO-ABRUZZO

551

CONFERENZA MERCOLEDI’ ALL’UNIVERSITA’ DELLA LIBERA ETA’

10 NOVEMBRE 2018 – Mercoledì 14 novembre, dalle ore 16, si terrà la conferenza “Piccoli e grandi crimini nella Sulmona di fine millennio” per iniziativa della Università della Libera età. Relatore l’avv. Vincenzo Colaiacovo; il luogo è l’auditorium dell’Istituto di istruzione superiore “Ovidio”, in Via Silvestro Di Giacomo n. 22.

Per oltre un decennio, dal 1971 al 1983, in tutto il centro-Abruzzo non si è verificato un omicidio. Dal luglio 1983, con l’uccisione del sindaco di Roccacasale, fino al 1997, con l’omicidio di due turiste sul Morrone, c’è stata una impennata di gravissimi fatti di sangue: un crescendo che per efferatezza e per conseguenze mediatiche non aveva precedenti. Poi, senza apparenti motivi, la tranquillità di prima è tornata nei decenni successivi.

In quali settori della società ha influito di più questa inversione di tendenza in una terra considerata tranquilla? E quale è stata la risposta di ogni singola persona alla violenza improvvisa, alla negazione stessa della vita? Quanto hanno lasciato nel ricordo dei protagonisti e degli spettatori questi episodi di lucida o folle violenza? Ho accolto l’invito del dott. Mattiocco, presidente della “Università della libera età”, a parlarne perché si possano focalizzare le radici di questa violenza e se ne possano conoscere le sedimentazioni nella società del dopo, senza ambizioni di “fare prevenzione”, ma con la certezza che l’analisi possa consentire di maturare convinzioni e spirito critico, secondo il modello intramontabile della cultura e della riflessione.

V.C.

Please follow and like us: