Masci: “Fosse stato per questa opposizione…”

330

1 DICEMBRE 2012 – Non crede al contributo della minoranza nel salvataggio delle finanze comunali il consigliere avv. Vittorio Masci, che, all’indomani del voto in consiglio comunale, in una lettera aperta puntualizza come:

“E’ fallito il tentativo di anteporre agli interessi della Città quelli di bottega della vecchia politica. E la città deve saperlo. Perché la minoranza consiliare non si è opposta alla approvazione del documento solo perché il Sindaco ha annunciato le sue future dimissioni, ma il documento NON LO HA APPROVATO. Se gli uffici avranno quanto necessita per operare – prosegue Masci – se le scuole saranno riscaldate, se le mense forniranno pasti, se i lavoratori delle cooperative potranno tirare un sospiro di sollievo e passare un buon Natale, se ci sarà la raccolta dei rifiuti ed il trasporto soprattutto per gli anziani, questo lo si dovrà solo alla maggioranza”.

Qualche cartuccia è riservata ad alcuni bersagli sui banchi dell’opposizione: “ Ha perso – secondo Masci – chi voleva anteporre agli interessi della Città quelli di parte: dal consigliere lacivitiano, rancoroso per quanto accaduto al suo mentore (evocava ogni consiglio l’episodio), desideroso di riservare identico destino all’attuale primo cittadino; al consigliere socialista, troppo impegnato nel sondaggio personale e quotidiano su una sua possibile candidatura a Sindaco, così come gli altri della minoranza che a tanto aspirano (sarà un problema metterli d’accordo!). Ha perso, e spiace dirlo, anche il consigliere renziano, dal quale ci si aspettava, proprio per la novità che vorrebbe rappresentare, uno scatto di orgoglio, un distinguo, e che si è invece rifugiato in vecchi schemi partitici”