Non bastava Scilipoti, anche Razzi candidato nel Pdl

257

CHIODI PROTESTAVA SUL PRIMO? SI TENGA ANCHE IL SECONDO

21 GENNAIO 2013 – Non solo Scilipoti, ma anche Antonio Razzi (originario abruzzese) è in procinto di essere presentato dal Pdl nella lista abruzzese alle prossime elezioni politiche.

Anche Razzi veniva dall’Italia dei Valori e nell’autunno del 2010 denunciò un tentativo di compravendita dei voti per sorreggere il governo Berlusconi, a fronte della promessa di essere rieletto, tramite la presentazione in un collegio sicuro nelle successive elezioni.

Nelle ultime ore, nonostante la ferma opposizione di buona parte del partito abruzzese e l’ultimatum di Gianni Chiodi (del quale riferiamo nel servizio che riguarda la candidatura di Scilipoti) a Palazzo Grazioli, dove entro le prime ore della serata di oggi saranno approvate definitivamente le liste da presentare oggi, Silvio Berlusconi è fermamente intenzionato a proporre l’uno e l’altro dei parlamentari eletti nel 2008 nell’Idv. Il destino del deputato uscente di Sulmona Paola Pelino è, dunque, legato a questa imposizione dall’alto, sulla quale non ha alcuna voce in capitolo; verrebbe collocata al quarto o quinto posto, dopo Alfano, capolista in tutti i collegi, Scilipoti, Razzi (e forse un quarto nome cui garantire una elezioni molto probabile).