Più che nemici eran fratelli (d’Italia)

264

PRESA DI DISTANZA DAL VOTO DI IANNI IN CONSIGLIO 

21 OTTOBRE 2013 – Con Enea Di Ianni sta solo Enea Di Ianni. “Fratelli d’Italia”, la formazione politica che lo ha appoggiato alle ultime amministrative quale candidato sindaco, prende le distanze dal voto a favore del bilancio espresso nell’ultimo consiglio comunale: “Dispiace, dispiace veramente a pochi mesi dalle scorse elezioni amministrative di primavera – afferma un comunicato del partito di Mauro Tirabassi e Mariella Iommi – dover arrivare a fare questo tipo di precisazioni. Però quello che è successo negli ultimi consigli comunali ci impone di fare chiarezza, in questo sollecitati anche dalle associazioni e dagli elettori che hanno appoggiato il nostro programma elettorale. Fratelli d’Italia ha appoggiato con convinzione la candidatura a sindaco di Sulmona di Enea Di Ianni e il suo programma amministrativo. Oggi Enea Di Ianni tradisce, con il suo comportamento in consiglio comunale, la fiducia di quanti, elettori e candidati di Fratelli d’Italia, hanno creduto fermamente in lui. Approvare il programma di mandato del suo principale avversario politico significa sconfessare completamente il proprio. Ma la sua volontà di avere mani libere è apparsa chiara quando in consiglio comunale ha costituito il gruppo consiliare Il Popolo di Sulmona, propendendo quindi per una scelta politica di tipo civico, che offre indubbiamente spazi molto ampi di convergenza con un governo cittadino di centro sinistra; spazi che con un gruppo come Fratelli d’Italia, con una chiara linea politica di centro destra, sicuramente non avrebbe potuto avere. Oggi Enea Di Ianni rappresenta solo ed esclusivamente Il Popolo di Sulmona, lista composta in buona parte anche da ex assessori ed ex consiglieri della passata amministrazione di centro destra che sicuramente avranno condiviso con lui la scelta di sostenere il programma di mandato del Sindaco Ranalli. Auspichiamo per il futuro che ci sia da parte dei consiglieri di minoranza una maggiore attenzione verso i problemi della città e che la loro presenza in consiglio comunale si sostanzi in un’azione di stimolo costante nei confronti dell’amministrazione attiva” concludono da Fratelli d’Italia. Sulla sorprendente linea assunta da Di Ianni v. “Di anni all’opposizione neanche un po’” nella sezione POLITICA di questo sito.