QUANDO ERA COMODO PRENDERE L’AUTOBUS

175

15 DICEMBRE 2023 – Sono passati cinquanta anni dall’epoca di questa fotografia di Piazza XX Settembre. Fu scattata perchè incominciava a nevicare. Ma chi inquadrava Ovidio, il Banco di Napoli e il Liceo classico non sapeva di consegnare alla… Storia il cimelio di autolinee che arrivavano e partivano in orario e soprattutto erano comode da prendere, proprio vicino alla statua del Vate, senza isole pedonali e parcheggi riservati, fuori della cinta muraria. La popolazione dei sulmonesi stava ancora per gran parte nel centro e nelle adiacenze; tutto faceva capo in quei pochi “iugeri”, come li chiamava Ovidio. Tutte e cinque le farmacie stavano al centro. La “Saicem” (Società Autolinee italiane Centro e Meridione) aveva autobus lindi e pinti, senza spigoli. Una piccola bell’epoque.

I grandi vasi in pietra reggevano ancora gli oleandri sulle scale del Liceo, orbati dei fasci littori, secondo quella iconoclastia bifolca che ha avuto il principale effetto di far incuriosire le giovani generazioni attuali e farle approdare ai sottoprodotti tipo La Russa e Donzelli, Giambruno e Lollobrigida.

Please follow and like us: