Anche dalla Regione un “no” al metanodotto

293

18 OTTOBRE 2011- I comitati cittadini per l’ambiente hanno espresso “piena soddisfazione per l’approvazione della risoluzione anti gasdotto da parte del Consiglio Regionale d’Abruzzo”.

“Con questa risoluzione, approvata oggi alla unanimità – osservano – il massimo organo della Regione, dopo aver sottolineato

il carattere fortemente impattante del metanodotto Sulmona-Foligno di 168 km. e della centrale di compressione che la Snam intende realizzare a Sulmona, sancisce che “non sussistono le condizioni per la espressione di un parere favorevole della Regione nell’ambito della intesa  Stato-Regione” e ciò,  in particolare, per l’elevato rischio sismico e per la grande qualità ambientale dei territori che verrebbero attraversati dal metanodotto”.

Di conseguenza il Consiglio Regionale “impegna il Presidente della Regione, dott. Gianni Chiodi, a mettere in atto le necessarie iniziative istituzionali nei confronti del Governo nazionale affinchè venga istituito un apposito tavolo tra tutti i soggetti interessati per la individuazione di un tracciato del metanodotto alternativo a quello della dorsale appenninica”.