Buona azione quotidiana nel corteo degli studenti

299

24 NOVEMBRE 2012 – Gli studenti delle scuole medie superiori hanno protestato contro i “tagli” del Governo sulla scuola. Una manifestazione si è tenuta a Piazza XX Settembre.

 

L’Ansa ha diramato una notizia per rimarcare che durante il corteo un ragazzo ha acceso un fumogeno e subito gli altri lo hanno spento. Bene, condotta perfetta, magari fosse stato così qualche decennio fa, quando gli extraparlamentari di sinistra sputavano sulla bara dell’agente Annarumma, ucciso durante i disordini di Milano; e magari qualcuno avesse preso le distanze da chi scriveva articoli e libri apologetici su quel periodo.

Ma adesso l’esaltazione del “politicamente corretto” ha un effetto urticante. Fra poco arriveremo ai comitati contro i petardi di Natale e i mortaretti di Capodanno. Fino a qualche tempo fa sarebbe bastato, anzichè dire: “Né con lo Stato, né con le Brigate Rosse”, fare una scelta per lo Stato e oggi si deve recitare il rito della condanna preconfezionata. Poi, magari davanti alle P38, le vestali del politicamente corretto si squagliano e lasciano soli giudici, poliziotti e giornalisti.