UN PONTE COLLEGHERA’ VIA DELLE CAVATE E VIA FREDA

297

10 MAGGIO 2010 –  E’ stato approvato presso la Regione il progetto preliminare di un nuovo ponte in una strada che collegherà l’incrocio tra Via Stazione d’Introdacqua e Via Cavate (dove sarà realizzata una rotonda per il traffico) con Via Freda o Via Gorizia. La costruzione dell’opera potrebbe essere avviata entro la fine dell’anno, visto che si attende solo che venga redatto il progetto esecutivo, che servirà a precisare dove effettivamente l’opera dovrà condurre il traffico in entrata a Sulmona dalla Valle del Sagittario (Anversa degli Abruzzi, Scanno): se, cioè, debba collegarsi al termine di Via Freda con l’innesto su Via Dalmazia, oppure su Via Gorizia. C’è uno stanziamento di un milione di euro, ma la struttura, la cui campata ovviamente non sarà così lunga, potrebbe costare di più: “Sarà, in effetti, la prima, grande opera pubblica che viene realizzata a Sulmona dopo il Ponte Capograssi nel 1960” sottolinea il sindaco Fabio Federico, che aggiunge come la sua amministrazione vuole caratterizzarsi nel settore delle opere pubbliche prima di ogni altra linea di intervento per lo sviluppo della città, così da poter definire le opere principali entro il primo quadriennio di attività. Quando si parla di viabilità, il riferimento alle lungaggini per il ripristino della Circonvallazione Occidentale è d’obbligo, considerando che, se tutto andrà per il verso giusto, le auto potranno passare di nuovo dopo un anno e mezzo di chiusura: “Quello che abbiamo trovato in quel posto denota un quadro di una gravità eccezionale, con un terreno che, risultando da accumuli di scarti vari, non consente nessun appoggio” ha anche detto Federico di ritorno da un sopralluogo mercoledì 26 maggio. “Sarebbe bastato il transito di un autoarticolato, o magari di una betoniera al massimo del carico per provocare una tragedia. Questo per dire su che tipo di realtà abbiamo dovuto operare e articolare il nostro intervento”.