COSTUMI E TRADIZIONI PER RACCONTARE IL CUORE DELL’ABRUZZO

147

30 APRILE 2024 – Marinello Mastrogiuseppe, con il suo volume di fotografie sui riti e tradizioni d’Abruzzo, vincitore della XXII edizione del premio giornalistico “Guido Polidoro”, ha aperto la seconda stagione delle attività culturali al “Centro Studi e ricerche Nino Ruscitti” di Bugnara. Illustrando la sua raccolta di immagini, ha notato come la gran parte dei riti tradizionali presenti nel volume appartengano al territorio peligno: «Per necessità editoriali ho dovuto, mio malgrado, selezionare solo una piccola parte di eventi e riti popolari presenti nel territorio. Attraverso la fotografia ho voluto restituire questo senso di evanescenza, immaginando l’azione del tempo su pratiche collettive che si estendono a volte anche per secoli. Le nostre tradizioni sono la testimonianza di una storia e di una ricchezza culturale enorme che mi auguro possano, nella loro varietà e unicità, essere valorizzate nel loro complesso».

Pasquale Caranfa, parlando del costume di Scanno, ne ha collegato la formazione e le caratteristiche al “sistema economico, storico, architettonico e antropologico che caratterizza Scanno. Dalla materia prima, ossia la lana di pecora, e dunque la pastorizia, alle pratiche di lavorazione, colorazione, asciugatura, sino alle modifiche che si presentano in funzione del contesto d’uso (dall’impiego dei colori sino alla collocazione dei bottoni o dei gioielli).  Non c’è elemento dell’abito che non abbia un qualche significato»

Please follow and like us: