Edifici in attesa di moduli provvisori

271

L’assessore alla Protezione civile di Sulmona si rende interprete della profonda preoccupazione per l’idoneità degli edifici scolastici a resistere ad eventi sismici e lancia precise accuse nei confronti del Governatore Chiodi per l’attesa dei moduli provvisori ad uso scolastico (MUSP):

“Il Comune ha fatto tutto per ottenerli – fa notare Enea Di Ianni –  Chiodi ce lo dica se è un problema politico o di soldi; non è che si può venire qui solo a rimproverarci”.

E’ successo, in sostanza, che da una indagine su tutti gli edifici scolastici di Sulmona si è appreso che uno su due non sarebbe agibile, presentando un indice di rischio di 0,77, in una scala da 0 a 1. Quindi, non è un problema solo del Liceo Classico, anche se quello è apparso il caso più eclatante. E qualche genitore terrorizzato già auspica che le scuole debbano essere ricostruite in periferia, da capo.