Faticoso per la sinistra stare al passo di CasaPound che rifiuta l’etichetta “di destra”

286

12 APRILE 2012 – La fortuna mediatica di associazioni “non conformi”, come “CasaPound”, è incentivata proprio dalla distorta prospettiva dalla quale vengono esaminate dagli avversari.

Tanto più che la Sinistra oggi si trova in affanno nei confronti di un seguito sempre più rilevante come quello che i giovani assicurano a quell’impegno sociale convenzionalmente etichettato di Destra (anti-capitalistico per antonomasia data la scelta del nome) che si riconosce nei meccanismi costituzionali (e che di Destra non ama definirsi).

Molti sono stati gli spunti di interesse nella conferenza di Emanuele Toscano, sociologo, che ha presentato sabato alla Sala Mazara il libro “Dentro e fuori CasaPound”, scritto insieme a Daniele Di Nunzio. Toscano è stato intervistato da Adriano Scianca, giornalista del Secolo d’Italia.