Gli ordini professionali marciano verso il Comune

230

INEDITO DOCUMENTO DI PROTESTA PER IL DECLINO DELLA CITTA’

19 MAGGIO 2017 – Non era mai successo prima che un numero così rilevante di categorie, ordini professionali e associazioni che raggruppano forze lavorative di vario indirizzo

sottoscrivesse un documento di critica incalzante verso l’amministrazione comunale che viene accusata di non sapere o non volere risolvere i problemi cittadini, al punto da condannare Sulmona al declino. Lo fanno Albergatori, Costruttori dell’ Ance, Architetti, commercianti dell’Ascom, Avvocati, Commercialisti, Commercianti, Confesercenti, Geometri, Ingegneri, Periti Industriali e Geologi.

I rappresentanti di tutte le categorie intervenute, dopo aver manifestato il proprio disagio e la volontà di impedire che lo stato di declino cui la città è ridotta prosegua, hanno deciso di costituire una cabina di regia permanente che lavori in maniera collegiale alla soluzione dei tanti problemi “che l’attuale Amministrazione comunale non vuole o non è in grado di risolvere”.

“Si è deciso pertanto – riferiscono in un comunicato diramato in serata – di dar luogo ad una grande manifestazione di protesta da tenersi entro il mese corrente e di interessare i massimi soggetti istituzionali al fine di rappresentare loro l’assenza tanto dell’ordinaria amministrazione, e quindi il collasso della macchina amministrativa, quanto di ogni progettualità politica nell’interesse della città”.

Le categorie professionali chiedono anche la convocazione di un consiglio comunale straordinario “aperto”, anche attraverso la raccolta di firme dei numerosi cittadini che in questi giorni hanno espresso vicinanza ed apprezzamento all’iniziativa di protesta.

La manifestazione pubblica da svolgere entro la fine del mese sarà un vero atto di accusa contro la attuale amministrazione comunale e segnerà la temperatura del malcontento che serpeggia in vari strati della popolazione.