Il calore di giovani e istituzioni a Nino Di Matteo

257

CITTADINANZA ONORARIA AL PM DA NOVE COMUNI ABRUZZESI

15 FEBBRAIO 2016 – Le dinamiche mafiose si sono insinuate anche nella gestione del potere dello Stato,

addirittura con gli stessi linguaggi. E’ questa la osservazione più disarmante che è venuta oggi da Nino Di Matteo, magistrato sotto scorta da venti anni per la sua inflessibile determinazione a combattere la mafia. Le amministrazioni comunali di: Pescara, Chieti, Montesilvano, Spoltore, Città Sant’Angelo, Bucchianico, Miglianico, Mosciano Sant’Angelo e Pineto hanno oggi conferito al dott. Di Matteo la cittadinanza onoraria nel corso dell’iniziativa “Dalla parte della legalità”, che si è svolta nell’aula magna dell”Aurum” vicino alla pineta dannunziana alla presenza degli alunni di diciotto istituti medi superiori della zona. Un piccolo risarcimento per i tanti silenzi imbarazzati che hanno caratterizzato le fasi dell’aspro confronto istituzionale tra Giorgio Napolitano e la Procura della Repubblica di Palermo a proposito della testimonianza del Capo dello Stato nel “processo sulla trattativa”.