Il vero Consiglio comunale sta fuori del palazzo

394

LA SINISTRA VINCE CONFERMANDO I VOTI DEL 2008 QUANDO PERSE LA CORSA PER IL SINDACO

10 GIUGNO 2013 – Peppino Ranalli diventa sindaco di Sulmona prevalendo di molto sul candidato del Pdl Luigi La Civita: i risultati ufficiali verranno a tarda sera, ma già da ora si prevede che il rapporto sia di 66 a 33, con aggiustamenti decimali.

 

Molto significativo il numero di voti raccolti da Ranalli: circa 6400, cioè esattamente la misura che Lombardo raccolse nel 2008 quando era sfidante del Pdl. Sembra da leggervi la riprova che, più che vincere Ranalli, abbia solo perso il Pdl, che ha lasciato che molti degli elettori della propria area non si recassero alle urne, quasi ha abbracciato il “cupio dissolvi”. Di fatto la formazione da collegare più o meno alla sedicente “destra” ha perso circa 5000 degli oltre 8000 voti che raccolse nel ballottaggio del 2008. Una autentica Waterloo, che peraltro non fa esultare granchè i sostenitori di Ranalli, con il pensiero al 44% come punto di arrivo del numero dei votanti. Infatti, poco dopo le ore 17 un mesto corteo con qualche bandiera del Pd si è mosso lungo il Corso da Piazza dell’Annunziata e ha raggiunto il Comune a prendere posto per il nuovo sindaco. Ma più come atto dovuto che come strepitoso traguardo. Da domani un consiglio comunale minoritario siederà nell’aula magna; l’altro, quello del maggior numero di Sulmonesi, rimarrà fuori e forse si preparerà alle elezioni di maggio 2014.

Please follow and like us: