Il volo dei turisti può continuare fino alle Cinque Miglia

233

INFO-POINT ALL’AEROPORTO DI PESCARA VOLUTO DALLA REGIONE

28 MAGGIO 2013 – Arrivare all’Aeroporto d’Abruzzo, tra Pescara e Chieti ed essere proiettati in un’ora sull’Altipiano delle Cinquemiglia per vivere la distesa più spettacolare degli Appennini è già adesso uno scherzo: basta prendere l’autostrada e poi la SS17 da Pratola a Roccaraso.

Ma pochi conoscono questa opportunità, perchè sulle cartine turistiche la “Strada Reale degli Abruzzi” è segnata come tante altre, quasi fosse un itinerario uguale agli altri. Invece, il modo nel quale l’Anas la ricostruì a cavallo tra gli anni Sessanta e il 1972, quando fu inaugurata per il costante impegno del sen. Giovanni Leone, la rende una prosecuzione dell’autostrada A25 fino alla Madonna del Casale, fino a Roccaraso, Rivisondoli e Pescocostanzo.

Ne hanno preso atto alla Regione, dove la Presidenza del Consiglio ha intrapreso una collaborazione con i Comuni dell’Alto Sangro, per aprire un “info-point” all’aeroporto di Pescara e convogliare sulle “Cinque Miglia” i molti che sanno dell’Abruzzo pittoresco, ma non immaginano che, rispetto all’aeroporto Liberi, sia dietro l’angolo. Per ora a sostenere il progetto sono Alessandro Amicone, vice-sindaco di Roccaraso con la delega al Turismo, e il Presidente del Consiglio Regionale, Nazario Pagano, che hanno avviato la serie di incontri per stendere i progetti pratici.