La Camera salva Sulmona dal gas

280

29 OTTOBRE 2011 – Ora dovranno essere i parlamentari designati  da Berlusconi per la zona di Sulmona a garantire che trovi attuazione il deliberato della Camera per la deviazione del progetto del metanodotto.

Lo affermano i “Comitati cittadini per l’ambiente” che sottolineano l’importanza di questa decisione, assunta mercoledì scorso ai massimi livelli istituzionali, in una lettera aperta a Paolo Pelino e Maurizio Scelli. Infatti, si impegna il Governo “ad escludere la fascia appenninica al fine di evitare sia gli alti costi ambientali che deriverebbero, sia l’elevato pericolo per la sicurezza dei cittadini dovuto al rischio sismico che metterebbe a dura prova la vulnerabilità del metanodotto”.

“A rischio di apparire come dei sognatori noi, da inguaribili ottimisti, continuiamo a sollecitarvi affinchè interveniate per fermare decisioni sciagurate. Siete ancora in tempo per farlo”.