Ma un progetto si verifica quando è stato già eseguito?

219

CASAPOUND DENUNCIA L’ASSURDA SITUAZIONE DELL’OSPEDALE

2 AGOSTO 2013 – “Un’altra beffa per la nostra città”; così CasaPound di Sulmona definisce la vicenda della sicurezza sismica all’ospedale di Sulmona.

“E’ inconcepibile che la realizzazione della nuova ala del nostro ospedale slitti a causa della necessità di verificare, a progetto già ultimato, l’adeguamento sismico. Non è possibile tornare a parlare di progetti che non valutano correttamente il rischio sismico in un territorio come il nostro che ancora soffre degli effetti provocati dal sisma del 2009 e dopo gli insegnamenti che si sarebbero dovuti trarre dai processi aquilani”. Alberto Di Giandomenico, che guida l’associazione a Sulmona, sottolinea come sia indicativa la superficialità che viene riservata a questo problema per il “disinteresse che le istituzioni mostrano nei confronti del nostro territorio”.