NENCINI PROVA A RADDRIZZARE LA A25

260

E LE QUAGLIE SOCIALISTE LO APPLAUDIVANO ANCHE A SULMONA

28 MAGGIO 2017 – Il progetto di eliminare la Valle Peligna dai collegamenti autostradali tra Pescara e Roma non è archiviato e potrebbe essere riproposto in questi giorni (forse già da domani in Commissione Bilancio della Camera), mentre si ridiscute la concessione alla “Strada dei Parchi” in seguito alle importanti opere di riparazione da realizzare sui viadotti. Potrebbe essere rispolverata la proroga della concessione con l’ANAS fino al 2050 (venti anni dopo il termine fissato) con il via-libera per modificare il tracciato e realizzare le mega-gallerie (una delle quali più lunga di quella del Gran Sasso) tra Bussi e Collarmele. Sostengono questo progetto (che consentirebbe di realizzare modestissime riduzioni dei tempi di percorrenza) il presidente della giunta regionale Luciano D’Alfonso e il vice-ministro socialista Nencini, che non ne fece mistero proprio a Sulmona, invitato dai socialisti abruzzesi e soprattutto sulmonesi.

Dobbiamo allestire a Sulmona un allevamento di quaglie: vi troverebbero sistemazione quelli che invitarono Nencini senza neanche sapere quello che avrebbe detto; quelli che hanno votato questa giunta regionale che per bocca di D’Alfonso candidato sostenne che avrebbe valorizzato i ristoranti di Sulmona (così se qualcuno gli chiede che fine fanno l’ospedale, la biblioteca dell’agenzia  di promozione culturale, l’autostrada, può benissimo rispondere che non aveva preso impegni in questo senso).