Stiamo tutti sullo stesso Appennino

271

LE VALUTAZIONI DEI TECNICI DOPO LA SCOSSA NEL MATESE

30 DICEMBRE 2013 – Il dott. Alberto Michelini, direttore del Centro nazionale terremoti dell’Istituto di geofisica e vulcanologia, valutando il sisma che da ieri interessa la zona del Matese, ha avanzato l’ipotesi che si tratterebbe di una delle tante spinte dell’Appennino che, lo diciamo con la ruvidezza del profano, si sta estendendo, il Tirreno si allontana dall’Adriatico. La dinamica sarebbe la stessa che ha provocato il terremoto del 2009 in Abruzzo e delle scorse settimane in Umbria.