UN ULIVO PER LA PACE DAL VECCHIO E DAL NUOVO MONDO

153

PICCOLA, GRANDE CERIMONIA IERI IN CAMPAGNA CON LA SINDACA DI BOSTON

18 MAGGIO 2024 – Un piccolo ulivo è da ieri sera lungo una stradina di campagna poco più su di Sulmona e molto prima di migliaia di grandi noci, faggi, pini, che hanno visto anche in quest’angolo di Abruzzo bombardamenti, inseguimenti, fucilazioni. L’hanno piantato un uomo che viene da queste parti, suo figlio che qui non è nato, per quel fenomeno lontano che si chiamava emigrazione prima di essere sostituito dall’immigrazione, e una donna che ha incontrato gli altri due nel Nuovo Mondo, figlia di gente lontana che per l’emigrazione è arrivata da un mondo antichissimo.

L’ulivo è stato piantato nella speranza che non sarà muto spettatore di bombardamenti, inseguimenti, fucilazioni in tutti i luoghi dai quali confluivano ieri sera i protagonisti di una speranza di pace annunciata qualche ora prima al Papa, l’unico, disperato uomo che in questi mesi scongiura di non pagare più gli armamenti e di sedersi attorno ad un tavolo della trattativa, sebbene venga da una istituzione che la guerra ha propugnato definendola a volte santa. Ma adesso è l’unica autorità che possa lanciare ponti per una pacificazione. Nella primavera del 1914 se una flotta di marziani fosse sbarcata a dire di non intraprendere l’”inutile strage” che il Papa prevedeva, sarebbe stata sterminata e sepolta da cingoli e granate. Ciò non toglie che gli uomini di buona volontà debbano oggi tentare, con tutte le energie.

PROTAGONISTI ED INTERPRETI

Filippo Frattaroli – italiano emigrato da Sulmona e diventato imprenditore nel settore della ristorazione-

Michelle Wu – figlia di cinesi e prima sindaca di Boston di origini asiatiche

Philip Frattaroli – figlio di Filippo e imprenditore nel settore della ristorazione

Due figli di Michelle

Please follow and like us: