Viaggio al centro (quasi) del cratere

262

IL MINISTRO BARCA SUL PULLMAN DI LINEA MA NEL TRAGITTO SBAGLIATO

29 NOVEMBRE 2012 – Il Ministro per la coesione territoriale, Barca, ha accettato l’invito di una studentessa di Balsorano a fare un viaggio fino a L’Aquila con i mezzi pubblici per scoprire quanto tempo si impiega ogni giorno. E’ stato definito un viaggio nel cratere del post-terremoto e la stampa ha dato molto risalto alla disponibilità del ministro.

Certamente non si ricorda a memoria d’uomo una iniziativa così a fianco del cittadino: mai avremmo immaginato che un Gaspari o un Natali si avviassero con una studentessa quando è ancora notte per arrivare a L’Aquila quando è giorno pieno. E poi, se dalla Sardegna i ministri debbono fuggire in elicottero, un ministro che sale sul pullman di linea è quasi commovente. Peccato che il cratere c’entri assai poco nel tragitto da Balsorano a L’Aquila e che, magari partendo da Pescasseroli (ma, perchè no, anche da Pacentro), il Ministro avrebbe potuto constatare quanto ci vorrà a raggiungere la sede del nuovo tribunale provinciale. E, quanto al cratere, avrebbe potuto sperimentare che è stato disegnato includendo, per esempio, Bugnara, poi escludendo Sulmona e Pratola Peligna, per riprendere a Popoli. Magari si sarebbe fatto una idea dei veri scempi che devastano il senso di giustizia in questa regione.