Per la strage di Pietransieri pagherà la Germania di adesso

439

2 NOVEMBRE 2017 – Giovanna Bilò, giudice del Tribunale di Sulmona, ha condannato la Repubblica Federale tedesca a risarcire i parenti delle vittime della strage nazista di Pietransieri: oltre cinque milioni di euro. Ha condannato i tedeschi, nel loro attuale governo che ha ereditato le posizioni del Terzo Reich, a risarcire anche il Comune di Roccaraso con 1,6 milioni di euro. La strage avvenne nel novembre del 1943 e provocò vittime: le modalità furono comuni a molti episodi analoghi in tutta Italia. Il giudice ha evidenziato, nelle motivazioni : “la verità è che una simile strage fu resa possibile proprio dalla sistematica accondiscendenza, quando non dalla sollecitazione, da parte dei vertici dell’esercito tedesco di tali atti di assassinio, sterminio, deportazione e violazione della vita privata ai danni della popolazione civile e con il dichiarato fine di contrastare qualsivoglia pericolo alla supremazia tedesca”.

Per molto tempo della strage non si è parlato, fino all’iniziativa dell’on. Giovanni Leone che presentò una proposta di legge per il conferimento della medaglia al Comune di Roccaraso e solo nel 1967 il Presidente della Repubblica, Giuseppe Saragat si recò a Roccaraso per appuntare la decorazione sul gonfalone cittadino. L’interesse su questo episodio è cresciuto man mano che sono stati rivelati particolari di particolare rilievo storico.