Anche gli elicotteri nella piazza di Roccapia

305

Elicottero trasportato in Roccapia

DRAMMATICA SITUAZIONE DEL TRAFFICO SULLA SS17 E L’ANAS FA FINTA DI NIENTE

18 novembre 2015 – L’avv. Angelo Caruso, sindaco di Castel di Sangro, si ritiene moderatamente ottimista

sulla possibilità di scongiurare la chiusura del traffico commerciale sulla Statale 17. Ma è l’unico. Da Palazzo San Francesco nessuna risposta all’allarme lanciato nelle scorse settimane: forse non sanno neppure che l’Anas chiuderà per cinque o sei mesi da Roccaraso a Pettorano per effettuare una profonda manutenzione dei viadotti corrosi dal sale di quaranta e più anni. “Sarebbe il colmo” riflette Caruso. Ma è già il colmo. Da quattro mesi anche gli elicotteri passano nella piazza di Roccapia (quando sono autotrasportati, come mostra la foto di oggi) e tra poco, causa neve, l’ANAS non si azzarderà neppure a conservare questa deviazione.

Elicottero sulle Cinque Miglia

“Ci sarà un senso unico alternato”; si aggrappa alla speranza il primo cittadino castellano. Ma questo riguarda il viadotto attiguo alla galleria delle Piche, un po’ più a valle di quello ciclopico di Roccapia, dove s’è intravista una betoniera con qualche “bilico”, ma a lavorare sono in due o tre operai, quando non rimane solo uno.

Abituato ad affrontare pesanti bufere, come quella scatenata dalla minoranza quando ha ricevuto in campagna elettorale il suo mentore Luciano D’Alfonso realizzando forse una violazione della disciplina legislativa come ha sostenuto il prof. Fioritto, Caruso teme di non poter affrontare le bufere delle Cinque Miglia per raggiungere il Foro. Si batterà per la variante dal viadotto successivo alla galleria dell’Eremita (Pettorano) fino alla variante di Monte Vergine (Sulmona), da inserire nel piano triennale dell’ANAS. Ma intanto la SS17 sarà chiusa e i camionisti non si sa come stanno. E se il sindaco indica la variante, avremo pure il diritto di fermarci a guardare il viadotto…