Arrestati per furto, il giudice li “costringe” a trovarsi un lavoro

248

4 APRILE 2012 – Il Giudice per le indagini preliminari di Sulmona, dopo aver convalidato l’arresto, ha rimesso in libertà quattro che nei giorni scorsi sono stati sorpresi a compiere un furto di piastre metalliche vicino alla stazione ferroviaria di Castel di Sangro;

ma ha disposto che dovranno rimanere a casa nelle ore notturne, mentre durante il giorno dovranno impegnarsi a cercare una occupazione lavorativa. Fino a quando non l’avranno trovata, la misura cautelare rimarrà quella che è. Nell’ampio ventaglio di possibilità che le norme della procedura penale offrono al giudice per garantire le esigenze di sicurezza sociale e, al tempo stesso, evitare la massima misura di cautela che è la detenzione in carcere. La novità del provvedimento del dott. Massimo Marasca sta nell’averne fissato la durata fino all’ottenimento di un lavoro, secondo quanto riferiscono le agenzie.