CasaPound chiede la Consulta giovanile

422

Sulmona, 3 Febbraio – “A Sulmona è necessaria l’istituzione di una consulta giovanile che si occupi di promuovere e coordinare le attività culturali, artistiche e sportive rivolte ai giovani. Il progetto già c’è ed un primo esperimento risale ormai a dieci anni fa, mentre la proposta per metterlo in pratica è ferma in Comune da più di un anno”. A sollevare la questione è Alberto Di Giandomenico, responsabile sulmonese dell’associazione CasaPound Italia.”Non comprendiamo – continua Di Giandomenico – le ragioni di tale ritardo e il disinteresse dimostrato dalle istituzioni cittadine. Non è possibile che le attività giovanili in città siano affidate esclusivamente alla buona volontà e sopratutto alla disponibilità economica di poche associazioni, mentre l’unica problematica inerente al mondo giovanile sembra essere quella legata alla movida e all’orario di apertura dei locali”.”Auspichiamo, quindi, l’istituzione di un organo al quale facciano parte i rappresentanti di tutte le assocazioni giovanili e dei movimenti studenteschi e che possieda non solo funzioni consultive ma anche un’autonomia economica, attraverso la gestione dei fondi destinati alle attività rivolte ai giovani. Invitiamo – conclude il responsabile di CasaPound – l’assessore alle politiche giovanili ad attivarsi affinché vengano accelerate la pratiche per l’approvazione definitiva del progetto presentato in commissione”.