DA STRUZZO A LEPRE

130

LA METAMORFOSI DEL SINDACO INSEGUITO DA BIONDI CHE DA MOROSO SCRIVE L’AGENDA DEL COGESAVENERDI’ LA RIUNIONE DEL “CONTROLLO ANALOGO”

18 GENNAIO 2023 – Manca solo questo: che L’Aquila, con più di settecentomila euro di debiti verso il Cogesa, scriva l’agenda e rincorra il sindaco di Sulmona che non si presenta all’incontro con il sindaco aquilano Biondi. Questi ha già detto che, se i suoi rifiuti indifferenziati puzzano, tutto dipende dall’impianto di Noce Mattei che non funziona. Gli ha risposto il manager di Cogesa, Geradini, che ravvisa proprio nella qualità dei rifiuti aquilani il motivo di tanta puzza (l’”organico” non può seguire il suo processo). Ma Gerardini non avrebbe futuro al Cogesa, perché sfiduciato dalla maggioranza dei sindaci. E’ probabile, quindi, che a rispondere a Biondi non ci sarà nessuno per i prossimi mesi e anni; certo non ci sarà Di Piero che ha dato l’impressione netta di fuggire e che la prima cappellata l’ha fatta approvando il bilancio di una società ridotta sull’orlo del baratro.

E quale sarebbe il motivo di tanto dissesto? Il debito degli aquilani. Quindi si torna al punto di partenza, i settecentomila euro, in quella che è la vera economia… circolare. Il primo girone di questa economia che si avvita su se stessa è venuto dalle decine di assunzioni inutili in prossimità della campagna elettorale (come di recente ha sottolineato anche il Movimento 5 stelle); da qui il buco di bilancio, che ha portato a ricevere i rifiuti aquilani quali che fossero e a un prezzo irrisorio rispetto a quello praticato da altri impianti di smaltimento. Venerdì si terrà la riunione del “controllo analogo” del Cogesa, alla quale il sindaco Di Piero si presenterà con il grave fardello della approvazione di un bilancio che non doveva essere approvato e con la prospettiva che, sfiduciato il manager Gerardini da una accozzaglia di interessi opachi, L’Aquila continui a dettare l’agenda e a inseguire sul terreno degli impegni proprio Di Piero (che da struzzo si deve trasformare in lepre) proprio mentre questi cerca di salvare gli aquilani consentendo che seguitino a scaricare anche oltre il termine fissato dalla convenzione.

Please follow and like us: