E per l’aglio il Comune travalica diritti di tassisti, corrieri e portatori di handicap

268

vendita di aglio a un lato di Ovidio

ECLATANTI EFFETTI DEL PENSIERO UNIFORME: E OVIDIO NON E’ INDENNE

31 OTTOBRE 2016 – “Fabbricacultura” scende i n piazza e promuove questo suo “Aspettando il bimillenario della morte di Ovidio”

con dosi massicce di prodotti da degustazione, che con la poesia e soprattutto con Ovidio hanno solo da prendere a piene mani la notorietà mondiale del poeta. E non restituiscono niente, perché in quanto a manifestazioni di elevata cultura finora non si è vista nessuna “collana dell’aglio” che sia citata in raccolte e sinossi. Intanto il Comune autorizza, a due passi dalla statua di Ovidio, questi abbinamenti. E di colpo non valgono più i parcheggi per disabili perché anch’essi occupati da conserve. Del resto un Premio Nobel ha scritto, neanche tanto tempo fa, del prevalere dell’aglio in una Repubblica cinese comunista. Qui, al confronto, si stanno solo esercitando…

vendita daglio sui taxi