Galilei: “Dall’uva un nuovo sangue: il vino”

243

“Il vino è come il sangue della terra, sole catturato e trasformato da una struttura così artificiosa qual è il granello d’uva, mirabile laboratorio in cui operano ordigni, ingegni e potenze congegnate da un clinico occulto e perfetto”

“Il vino è licore d’altissimo magistero composto di umore e di luce, per le cui virtù l’ingegno si fa illustre e chiaro, l’anima si dilata, gli spiriti si confortano e l’allegrezze si moltiplicano”

 (Galileo Galilei)