Gerosolimo alle aree interne, Mazzocca alle aree eterne

274

ANNUNCIO STRATEGICO DI D’ALFONSO CHE GIA’ ROTTAMA L’ASSESSORE ALL’AMBIENTE E INTONA UNA CANZONE DI AZNAVOUR

27 AGOSTO 2015 – Luciano D’Alfonso, in un convegno all’Abbazia celestiniana, ha annunciato che Andrea Gerosolimo è un nuovo assessore regionale.

Non ha detto di chi prenderà il posto, ma, intanto, sarà assessore. E ha anche designato il settore: le aree interne.

Delle due l’una: o D’Alfonso pensa di portare a termine il suo progetto di disintegrare le aree interne d’Abruzzo (ad eccezione dell’Aquila, per la quale sta muovendo risorse mai spese da un governo regionale) e farlo prima della prossima riunione di giunta regionale e, quindi, svuotare la delega all’assessore Gerosolimo prima che questo si sieda, oppure non si sa proprio al posto di chi si dovrà sedere il neo-assessore.

Infatti, Mazzocca è tutt’altro che disposto che a cedere il suo di posto. E lo ha anche ribadito, dopo che qualcuno ha accennato che fosse lui a dover cavallerescamente cedere la poltrona (“devi saper lasciar la tavola quando all’amor non servi più; alzarti con indifferenza mentre in silenzio soffri tu”, canta Charles Aznavour).

Tutti abbiamo capito la mossa di D’Alfonso: si avvicina il tempo della nuova riunione del Consiglio regionale e l’ultima non si è svolta perchè Gerosolimo e altri due della maggioranza non si sono presentati e non si sono addirittura fatti rintracciare. Dicendo a Sulmona che Gerosolimo sarà assessore, potrà dire anche a Lanciano che sarà assessore Monticelli, e a Teramo disvelare che anche Olivieri, perché no, sarà della giunta. Se poi Mazzocca si indignerà, sempre senza scomodarsi a cercare altre parole, potrebbe aggiungere con il grande chansonnier armeno:

Devi sapere celar le pene  e mascherare il tuo dolor;  tenere l’odio in te nascosto  e aver l’inferno in fondo al cuor.  Devi sapere restar di ghiaccio  pur se il tuo cuor brucia di rancor, 

Intanto avrà raggiunto lo scopo di far passare i provvedimenti che urgono di più per non far deflagrare la crisi ormai incombente sulla giunta dopo un anno e mezzo di chiacchiere.

Sollevare Mazzocca dalla sua poltrona non sarà facile, se lui non vorrà e se concluderà rispondendo per le rime quando D’Alfonso gli intimerà di lasciare l’assessorato o di prendere tutt’al più la delega alle… aree eterne:

Devi sapere lasciar la vita  ma l’amo troppo ancor  e dirle addio non so  devi saper… però…  io non lo so!